LA TRITIUM SOFFRE E LOTTA, MA VINCE: 0-1 A BRUSAPORTO

Seppur soffrendo, i biancoazzurri riescono ad ottenere l’intera posta in palio. A decidere la rete di Bosia

La Tritium voleva una vittoria, e vittoria è stata.

In una partita molto maschia e dai toni molto accesi, anche se non esteticamente molto bella, i biancoazzurri riescono a trovare i 3 punti, espugnando il Centro Sportivo di Brusaporto grazie al gol di testa di Bosia al 12′ da corner. La sofferenza, nonostante l’uomo in più per la maggioranza del tempo di gioco, è stata la parola chiave di questa partita, ma che alla fine, con le unghie e con i denti, ha portato i frutti tanto sperati in quel di Trezzo.

Vittoria di fondamentale importanza per i ragazzi di De Paola, utile a mantenersi agganciati al treno dei playout, non venendo così staccati, oltre che ad alzare notevolmente lo spirito di squadra in vista del proibitivo impegno infrasettimanale che impegnerà i trezzesi: quello col Piacenza, in lotta per la promozione diretta in Serie C.


La cronaca
Partono con i giusti ritmi i ragazzi della Tritium che, affondati per la prima volta in area di rigore al 3′, reclamano immediatamente per un presunto rigore ai loro danni. Il Brusaporto prova a reagire prendendo in mano il pallino del gioco, ma l’occasione più ghiotta è nei piedi di Maspero direttamente su calcio di punizione, dal quale angolo successivo nasce il gol del vantaggio biancoazzurro con Bosia di testa al 12′. Le avanzate trezzesi continuano al 18′, quando è Caraffa ad avere la ghiottissima occasione del raddoppio, complice anche una leggerezza della difesa padrone di casa. Beduschi perde la lucidità e colpisce Meneses al volto, poi Savino prova la conclusione da fuori area pochi minuti dopo. I bergamaschi provano ad aumentare i giri del motore e mttono in mezzo un interessante pallone dalla sinistra con Scellerino 35′, ma Bassani è attento e puntuale in presa alta. Maspero prova la carta vincente ancora da fermo al 47′, con la prima frazione che si spegne senza ulteriori sussulti.

Nella ripresa N’Diaye va subito vicino al gol dello 0-2 con un diagonale in ripartenza, con Selvatico che tenta la sorpresa da fuori area al 55′. Savino tenta la serpentina in area pochi minuti pocanzi, ma viene fermato dalla difesa gialloblu al momento del tiro, con Meneses che tenta la conclusione da fuori al 62′, risultata, però, debole e fuori dallo specchio della porta. Selvatico ci prova con la stessa moneta, ma da fermo, ma la conlusione è totalmente da dimenticare, con la partita spesso spezzettata e poco giocata nei minuti a seguire. Castelli di testa prova a pareggiare le sorti all’87’, ma senza esito alcuno, con la partita che non regala altre emozioni da lì alla fine.

Brusaporto-Tritium 0-1

Brusaporto (4-3-3): Passeri; Beretta (66′ Ferraroli), Beduschi, Messina, Consonni (25′ Cellerino); E. Albani (51′ Sokhna), Selvatico, Seck; Sciaudone (51′ Baggi); Invernizzi (77′ Valenti), Castelli. A disp. Aceti, S. Albani, Manzi, Longo. All. Stefano Brognoli

Tritium (4-3-3): Bassani; Rusconi, Bosia, Scietti, Acquistapace (27′ Campani); Savino (78′ Spinelli), Maspero, Selmi (91′ Confalonieri); Caraffa, Meneses (83′ Delle Donne), N’Diaye. A disp. Lattisi, Lazzaro, Tulissi, Bertaglio, Marrulli. All. Luciano De Paola

Arbitro: Giovanni Moro di Novi Ligure (Cucchiar-Roscelli)

Marcatore: 12′ Bosia (T)
Ammoniti: 6′ Beretta (B), 20′ Meneses (T), 21′ Sciaudone (B), 28′ E. Albani (B), 37′ Caraffa (T), 55′ Selvatico (B), 62′ Castelli (B), 94′ Valenti (B)
Espulsi: 19′ Beduschi (B), 36′ Brognoli (B, allenatore), 82′ Beretta (B, dalla panchina), Seck (B, fine partita)
Note: Tempo sereno e mite; terreno in buone condizioni. Angoli: 5-2; recupero: 3’+5′